16/06/2019: SS. TRINITA' - SS. Quirico e Giuditta
O Signore, quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra.
Martirologio Romano
SS. Quirico e Giulitta, SS. Ferreolo e Ferruccio, SS. Aureo, Giustina e compagni, SS. Domenico Nguyen e compagni
Letture di oggi
1^ Lettura
Pr 8,22-31
Salmo
Sal 8
2^ Lettura
Rm 5,1-5
Vangelo
Gv 16,12-15
Calendario
Giugno 2019
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
Banner

La fonte della Vita Eterna

FonteSulla destra della scalinata di accesso alla Chiesa si trova questa scultura creata da Francesco Pianigiani in acciaio inox.

(cliccare sulle immagini per ingrandirle)

La scultura ripropone le tre croci del Gòlgota, offrendoci una panoramica iconografica molto significativa.

Le croci sono prive di corpi poichè la collocazione temporale dell'opera è alla Resurrezione evento che, con la sopraffazione della morte, sottolinea come questo estremo sacrificio di Cristo sia stato la fonte della Vita Eterna per tutti noi; l'acqua che sgorga dai piedi della Croce e scende tra una varietà di fiori e piante simboleggia appunto il sacrificio di Gesù Cristo come fonte rinnovatrice della vita.

Fonte_SudarioSulla Croce è inchiodato, al posto del corpo, un sudario, srotolato da un braccio all'altro, pieghettato perchè usato e qui abbandonato  a sostituire quel Corpo che è risorto e che ha sciolto i vincoli corporali umani per innalzarsi alla presenza di Dio Padre, rappresentato dall'Occhio di Dio presente al centro della Croce che irradia il mondo con la sua Luce (i raggi, proveniendo da Dio,  sono più lunghi verso la terra che verso il cielo). Al di sopra è presente la corona di spine, simbolo della Passione, e il titulus crucis, cartiglio iconografico classico identificante Gesù (INRI - Iesus Nazarenus Rex Iudaeorum).

Fonte_Fiamme
Le croci la
Fonte_Raggiterali richiamano il brano della Passione, riportato nel Vangelo di Luca (Lc 23,39-43), in cui uno dei ladroni insulta Gesù - croce a sinistra - e uno lo difende - croce a destra; la rappresentazione delle fiamme alla base dell'una e della luce che si irradia dalla croce stessa  sull'altra stanno a indicare come il primo malfattore sia stato destinato agli inferi mentre il secondo, perdonato da Gesù, abbia guadagnato il Paradiso (la Luce). La posizione della fonte, spostata verso destra, sottolinea come  il sacrificio di Gesù sia anche per coloro che, pur peccando, si pentono e si affidano a Lui implorando il Suo perdono; nel contempo sottolinea come coloro che perseverano nel peccato si allontanino dalla Vita Eterna..

 
Visite al sito nel 2019
Top 5:
Italia flag Italia (2928)
Europa flag Europa (1118)
Siria flag Siria (837)
Germania flag Germania (643)
Stati Uniti flag Stati Uniti (379)
6745 visite da 54 nazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la sua esperienza e offrire servizi in linea con le sue preferenze. I cookies utilizzati dagli autori del sito hanno l'unico scopo di permettere una migliore fruibilità dello stesso, senza che gli autori possano raccogliere o interpretare i dati amministrati. I cookies eventualmente utilizzati da moduli realizzati da terze parti appartengono ai relativi fornitori, servono per la corretta fruibilità dei contenuti e potrebbero raccogliere dati sull'utenza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all’uso dei cookie.

Io accetto i cookie da questo sito.