17/11/2019: S. Elisabetta di Ungheria; S. Aniano
Il Signore giudicherà il mondo con giustizia.
Martirologio Romano
SS. Alfio e Zaccheo, S. Acisclo, S. Giovanni del Castillo, SS. Giordano (Giacinto) Ansalone e Tommaso Hioji Rokuzayemon Nishi
Letture di oggi
1^ Lettura
Ml 3,19-20a
Salmo
Sal 97
2^ Lettura
2Ts 3,7-12
Vangelo
Lc 21,5-19
Calendario
Novembre 2019
L M M G V S D
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1
Banner

Il Matrimonio

Cos'è

Il Matrimonio è un sacramento, istituito da nostro Signore Gesù Cristo, che stabilisce una santa ed indissolubile unione tra l’uomo e la donna, e dà loro la grazia di amarsi l’un l’altro santamente e di allevare cristianamente i figliuoli.

I ministri di questo sacramento sono gli stessi sposi, che vicendevolmente conferiscono e ricevono il sacramento. Questo sacramento, conservando la natura di contratto, si amministra dagli stessi contraenti col dichiarare alla presenza del loro parroco, o di un suo delegato, e di due testimoni di unirsi in matrimonio. La benedizione che il parroco dà agli sposi non è necessaria per costituire il sacramento, ma si dà per sancire a nome della Chiesa la loro unione, e per chiamare sempre più sopra di essi le benedizioni di Dio. (fonte: Catechismo Maggiore)

Per i cristiani, il matrimonio non è soltanto l’amore tra un uomo e una donna. È anche il segno dell’amore di Dio per gli uomini, segno della sua Alleanza. È attraverso il loro amore reciproco, in tutte le sue dimensioni (la condivisione della gioia e del dolore, l’amore fisico, la fecondità, il rispetto dell’altro nella libertà…) che gli sposi scoprono cos'è l’amore di Dio per l’umanità: il dono di sé senza riserve. (fonte:Wikipedia)

Requisiti (del matrimonio religioso)

  1. Non essere vincolato da un precedente matrimonio canonico (il divorzio non costituisce svincolo; è necessario l'annullamento tramite il Tribunale della Sacra Rota)

Segni

Espressione delle intenzioni

Dopo la lettura del Vangelo, i fidanzati dichiarano di volersi sposare liberamente, senza alcuna forzatura. Questo viene espresso con la risposta positiva alle tre domande proposte dal Celebrante:

  1.  Siete venuti a celebrare il Matrimonio senza alcuna costrizione, in piena libertà e consapevoli del significato della vostra decisione?
  2. Siete disposti, seguendo la via del Matrimonio, ad amarvi e a onorarvi l'un l'altro per tutta la vita?
  3.  Siete disposti ad accogliere con amore i figli che Dio vorrà donarvi e a educarli secondo la legge di Cristo e della sua Chiesa?

Prestazione del consenso

Dopo l'espressione delle intenzioni, il Celebrante invita gli sposi a prestare il proprio consenso, che viene espresso con la formula:

  • Io, <nome>, accolgo te, <nome>, come mio sposo/a. Con la grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita.

Accoglienza del consenso

A seguire il Celebrante prende atto delle prestazioni di consenso espresse dagli sposi e "sigilla" le promesse con la formula:

  • Il Signore onnipotente e misericordioso confermi il consenso che avete manifestato davanti alla Chiesa e vi ricolmi della sua benedizione. L'uomo non osi separare ciò che Dio unisce.

Benedizione e Scambio degli anelli

Le fedi sono un simbolo divenuto indissolubile dal concetto stesso di matrimonio, rappresentando, nella loro perfezione sferica, l'unione delle vite di due persone innamorate in una sola.

Il Celebrante le benedice e le presenta agli sposi che, donandosele l'un l'altra, si promettono fedeltà al cospetto di Dio con la formula:

  • <nome>, ricevi questo anello, segno del mio amore e della mia fedeltà. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Intercessione dei santi

Il Celebrante invoca quindi l'intercessione dei Santi affinché gli sposi, con il loro aiuto, possano vivere sempre uniti

Benedizione degli sposi

Dopo la declamazione del Padre Nostro, all'inizio dei riti della comunione, il Celebrante impartisce una benedizione particolare agli sposi affinché

"...mentre vivono il reciproco dono di amore, siano esemplari per integrità di vita e genitori saldi nella virtù. Ti lodino, Signore, nella gioia, ti cerchino nella sofferenza; godano del tuo sostegno nella fatica e del tuo conforto nella necessità. Vivano a lungo nella prosperità e nella pace e, con tutti gli amici che ora li circondano, giungano alla felicità del tuo regno..."

Lettura degli articoli del codice civile

il Rito celebrato secondo i “Patti Lateranensi” (vale a dire, in base alle leggi concordatarie che regolano i rapporti tra Stato e Chiesa - Matrimonio concordatario) comprende anche l'elencazione dei reciproci diritti e doveri giuridici scanditi dalla lettura degli articoli del Codice civile da parte del Celebrante a conclusione della cerimonia religiosa.

Firma dell'ATTO DI MATRIMONIO

Il Celebrante stesso richiederà l’apposizione delle firme sull'Atto di Matrimonio, redatto in due copie e, successivamente, si preoccuperà di trasmettere (entro 5 giorni dalla data del matrimonio) una copia dell'Atto, con tutte le annotazioni che gli sposi vorranno aggiungere come la separazione dei beni, il riconoscimento di figli o altro ancora, per la trascrizione nel Registro di Stato Civile.

Documenti

  • Certificato Contestuale (Residenza, Stato Libero, Cittadinanza)
  • Certificato di avvenuta pubblicazione (della Chiesa)
  • Certificato di avvenuta pubblicazione (del Comune)
  • Certificato di Battesimo uso matrimoniale
  • Certificato di Cresima uso matrimoniale
  • Attestato di partecipazione ai corsi prematrimoniali

Note

Il valore civile del Matrimonio Condordatario trova vigore dalla data di firma dell'Atto di Matrimonio, anche se la sua trascrizione sul Registro di Stato Civile avviene con qualche giorno di ritardo.

 
Preghiera

SanMicheleArcangelo(Leggi la storia)

Visite al sito nel 2019
Top 5:
Italia flag Italia (4910)
Cina flag Cina (4040)
Europa flag Europa (2221)
Siria flag Siria (1392)
Germania flag Germania (1202)
16147 visite da 63 nazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la sua esperienza e offrire servizi in linea con le sue preferenze. I cookies utilizzati dagli autori del sito hanno l'unico scopo di permettere una migliore fruibilità dello stesso, senza che gli autori possano raccogliere o interpretare i dati amministrati. I cookies eventualmente utilizzati da moduli realizzati da terze parti appartengono ai relativi fornitori, servono per la corretta fruibilità dei contenuti e potrebbero raccogliere dati sull'utenza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all’uso dei cookie.

Io accetto i cookie da questo sito.